Nel 2024 la Fondazione Snam è entrata nel network dell’Alleanza contro la povertà energetica, un hub che vede la collaborazione di imprese, media e istituzioni per studiare il tema e gestire attività di sensibilizzazione su un argomento che sta diventando sempre più preoccupante.
Una scelta coerente con la missione della Fondazione che nasce nel 2017 con l’obiettivo di sviluppare iniziative in diversi ambiti: oltre al contrasto alla povertà energetica l’impegno è anche sul fronte della rigenerazione urbana e rurale e la digitalizzazione.
Grazie alle competenze delle proprie persone e all’attività di volontariato la fondazione e l’azienda contribuiscono al percorso verso una “transizione energetica giusta”.
In una logica di condivisione e collaborazione, la Fondazione Snam da anni partecipa a Welfare che Impresa!, bando promosso insieme alla Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Conad ETS, Intesa Sanpaolo, Fondazione Peppino Vismara. L’iniziativa, giunta quest’anno all’ottava edizione, individua i migliori progetti di imprenditorialità sociale promossi da Enti che sono in grado di generare un impatto positivo, investendo le proprie competenze in ambiti quali il welfare inclusivo e la lotta alle disuguaglianze, la salute e cura delle persone, il welfare culturale, la rigenerazione urbana e valorizzazione delle aree interne, il contrasto a tutte le povertà, la transizione ambientale equa e inclusiva.

Cosa c’è di nuovo
Snam, anche attraverso la sua Fondazione, è un attore che utilizzando le proprie competenze e le risorse messe a disposizione contribuisce alla crescita delle comunità e dei territori.