Le città come macchine sociali? Martedì scorso alla presentazione in Triennale del Festival della Crescita (www.festivalcrescita.it) si è parlato anche di rivoluzione smart nel modo di pensare e vivere le città. Il tema della crescita va trasformato, secondo Francesco Morace, da enigma economico a sfida evolutiva, culturale e produttiva.
Una città intelligente può essere più smart ma anche più felice? Lavorare sul piano tecnico per migliorare la mobilità, la sicurezza, i consumi di energia è sufficiente? Una crescita sostenibile è senza dubbio alla base di un’evoluzione che ci auguriamo tutti più corretta, dove cambiano gli equilibri e dove le persone (che, a mio parere, in questo percorso sono più avanti delle organizzazioni) possono esprimere tutta la loro creatività.