Mangiare smart? Non fa per me ma è interessante parlarne. La moda è stata lanciata a San Francisco da Rob Rhinehart che ha creato Soylent, una specie di beverone nutriente, politicamente corretto, approvato dalla comunità vegana. Toglie la fame, è veloce da preparare, non inquina, non causa sprechi. Peccato che non ha sapore.
Rhinehart è un giovane ingegnere informatico di 25 anni che ha raccolto le sostanze necessarie a un uomo adulto, le ha frullate e trasformate in polvere: basta aggiungere acqua e il gioco è fatto,
Niente a che fare, dice l’inventore, con prodotti simili (come lo Slim Fast) nati per chi voleva dimagrire. Qui la scelta sembra essere un’altra: alimentarsi in fretta risparmiando tempo ma anche riducendo il consumo di prodotti e di energia.
Una notizia interessante: Soylent è stato studiato e realizzato grazie a una campagna di crowdfunding che ha permesso al suo ideatore di raccogliere un milione e mezzo di dollari.