Sono in crescita i consumatori che scelgono etichette sostenibili: è quanto ha recentemente affermato Peter Weltman, sommelier di fama mondiale, che ha dichiarato che l’attenzione per la sostenibilità è in forte crescita anche all’atto di acquisto di un vino. Chi acquista oggi è più attento del passato a scegliere aziende impegnate sia nel sociale sia nell’ambiente.
I dati pubblicati nel 2019 nel Global Sola: Opportunities in sustainable, organic & lower alcohol wine evidenziano come i consumatori più giovani prestino maggior attenzione all’impatto dei loro comportamenti sull’ambiente. Sempre più vigili e consapevoli nelle loro scelte, stanno trasferendo questa attenzione anche nella scelta delle etichette da gustare.
Per Peter Weltman, fondatore dell’associazione internazionale Borderless Wine, non si parla più di una nicchia del settore ma di un trend in grande evoluzione.

Cosa c’è di nuovo
Nel 2018 il Consorzio Tutela del Gavi ha creato la prima ‘Carta di Gavi del Vino Responsabile’ che include molteplici dimensioni: il prodotto, che deve soddisfare un consumatore sempre più consapevole e avere caratteristiche di qualità, autenticità, tracciabilità; l’ambiente, attraverso la salvaguardia del paesaggio e il sapiente utilizzo dei prodotti in vigneto; il territorio, con politiche di conservazione del patrimonio idrogeologico, naturale e culturale del luogo e le risorse umane, perché l’indotto vino genera occupazione e sviluppo.