L‘impegno per la pulizia e la tutela dei fondali marini del comune di Oliveri, in provincia di Messina, è stato riconosciuto come esempio da premiare durante l’evento “Cresco Award – Città Sostenibili”, il contest promosso da Fondazione Sodalitas in collaborazione con ANCI.
Oliveri, un piccolo comune di poco più di 2000 persone, un antico borgo che si trova tra capo Tindari e capo Milazzo di fronte alle isole Eolie, è risultato vincitore nella categoria “Comuni sotto i 5.000 abitanti”.
L’iniziativa di ripulire i fondali dai materiali accumulatisi nel tempo è stata fortemente voluta dall’amministrazione comunale e ha visto la collaborazione del Nucleo Sommozzatori «Paolo Minopoli» e la Vintage House «Casa del Motociclista». La frammentazione dei rifiuti del fondo marino è legata soprattutto alle attività umane, dal dragaggio alla pesca a strascico: più rifiuti ci sono sul fondo, più rifiuti verranno intrappolati creando un substrato pericoloso per la vita marina.
Per comprendere meglio i danni sia nello Stretto di Messina sia nelle realtà a rischio del Mediterraneo alcuni esperti insistono sulla necessità di utilizzare nuove tecnologie, come veicoli telecomandati senza pilota (ROV) per osservare nel dettaglio i fondali.
Cresco Award, giunto alla 6° edizione, ha il patrocinio della Commissione Europea, del Ministero della Transizione Ecologica e della Conferenza delle Regioni e Province Autonome.

Cosa c’è di nuovo

Continua l’attività di Fondazione Sodalitas per premiare i Comuni italiani impegnati per lo sviluppo sostenibile dei territori in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU.