Il 30 dicembre 2016 è entrato in vigore anche in Italia l’obbligo per gli enti di interesse pubblico di grandi dimensioni di redigere e pubblicare una Dichiarazione di carattere Non Finanziario meglio conosciuta come DNF. Tale dichiarazione deve contenere informazioni relative ai temi ambientali, sociali, al personale, al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro la corruzione attiva e passiva, per assicurare la comprensione dell’attività di impresa, del suo andamento, dei suoi risultati e dell’impatto prodotto.
Per i lettori del mio blog questa notizia non è certamente una novità…
La novità è invece la creazione dell’Osservatorio DNF (Osservatorio delle Dichiarazioni Non Finanziarie e delle Pratiche Sostenibili) che nasce per raccogliere, analizzare e divulgare le informazioni relative alle DNF delle principali aziende italiane.
L’Osservatorio, frutto della collaborazione tra l’Università di Siena e il CSR Manager Network, è una piattaforma online accessibile a tutti che mette a disposizione un database con le 211 DNF raccolte, relative all’esercizio 2017. La piattaforma permette di accedere ad alcune analisi preliminari filtrando le informazioni secondo una serie di parametri personalizzabili.
Partecipano all’Osservatorio anche l’Università Ca’Foscari, Cattolica, LUISS, Universitat de València, associazioni e organismi nazionali e internazionali come UN SDSN Med, PRIMA Foundation, NEDcommunity.

Cosa c’è di nuovo
Molto interessante l’approccio multidisciplinare, internazionale, collaborativo: grazie al dialogo tra diversi attori viene messo a disposizione di imprese, professionisti, studenti uno strumento importante utile anche per identificare le migliori best practices.