È stato presentato nei giorni scorsi il web tool messo a punto da GS1 (che raggruppa oltre 35 mila imprese di largo consumo) con l’obiettivo di aiutare le organizzazioni a rendere la logistica più sostenibile. Una logistica efficiente riduce infatti gli sprechi e fa bene all’ambiente. Gli obiettivi di sostenibilità dell’Agenda 2030 impattano sulla logistica in maniera trasversale e pervasiva, dalla riduzione degli incidenti stradali, all’efficientamento energetico degli edifici – e dei depositi- alla riduzione dell’inquinamento dell’aria anche con l’uso di mezzi di trasporto sempre più green.
Ecologistico è un’app che misura l’impronta ambientale dei trasporti e di tutte le attività logistiche dell’impresa. L’app elabora e incrocia una serie di parametri, molti dei quali coerenti con standard ISO, consentendo una valutazione oggettiva e riscontrabile sulla produzione di CO2 e di micopolveri. Una volta compiute le azioni e le scelte organizzative si può tornare su Ecologistico e ottenere una sorta di certificato di quelle che sono i risultati dell’azione, per poterlo dimostrare e comunicare a terze parti, fino ad arrivare al consumatore.

Cosa c’è di nuovo
L’impegno a muoversi in una logica di filiera è certamente un fattore positivo e una scelta innovativa. Una logistica sostenibile si basa prima di tutto sulle scelte delle aziende, spinte per necessità e competitività ad anticipare le mosse delle istituzioni.