L’impresa di questa settimana è CIR Food una delle maggiori aziende italiane ed europee per la ristorazione collettiva ma anche un’importante cooperativa di produzione e lavoro che opera per una sostenibilità a tutto tondo.
Come comunica
Il sito di CIR Food www.cir-food.it nella sezione “qualità e sicurezza” evidenzia il concetto di sostenibilità integrata quasi a voler sottolineare che accanto alla qualità e alla centralità del cliente sono fondamentali alcuni principi che l’organizzazione definisce “identitari”. Tra gli altri: passione, trasparenza, etica e rispetto delle regole del mercato, professionalità e sicurezza alimentare, protezione della salute delle persone, soddisfazione del personale e del cliente, tracciabilità dei prodotti, orientamento all’educazione alimentare e attenzione alla tutela ambientale.
Interessante il bilancio sociale 2015, realizzato secondo le linee guida del GRI 4, che fornisce una sintesi dell’impegno della cooperativa anche in tema di cultura, welfare e ambiente, tutti ingredienti di un menu molto ricco. Di particolare importanza l’affermazione che il successo è reso possibile grazie alle oltre 11.000 persone della cooperativa di cui il 90% donne. CIR Food dichiara che l’impresa è una comunità che si fonda sulla valorizzazione degli individui, la promozione della trasparenza e della partecipazione. Nel 2015 CIR Food ha dato il via al piano di welfare aziendale NOIXNOI che prevede azioni di conciliazione vita-lavoro per rispondere ai bisogni dei soci e dipendenti e delle loro famiglie. Importante anche l’impegno per la comunità: nell’ultimo triennio, l’impresa ha stanziato 2 milioni di euro in iniziative di valore sociale e culturale, affiancando gli enti locali in progetti di educazione alimentare e ambientale e promuovendo l’attività di fondazioni, biblioteche, teatri, festival culturali.
Ma l’impegno più importante è quello che riguarda il core business: fornire un cibo di qualità al giusto prezzo. Nelle 1.300 strutture produttive fra centri cottura, cucine interne e locali commerciali dove vengono preparati ogni giorno 400.000 pasti, grande attenzione viene riservata al contenimento degli sprechi, alla selezione delle materie prime, alla sicurezza alimentare, all’efficienza energetica.
Quali messaggi riesce a comunicarmi
L’impegno per la sostenibilità, che forse in una società cooperativa potrebbe essere quasi scontato, viene giustamente valorizzato per far capire che la sostenibilità per CIR Food è una scelta strategica. Interessante anche l’utilizzo di alcuni valori nella comunicazione – cosa che non sempre avviene nel mondo cooperativo – per contribuire anche alla crescita della trasparenza.