Better Eating: nella sua nuova campagna Intermarché premia chi mangia frutta e verdura. E lo fa attraverso la nuova carta fedeltà che offre vantaggi a chi acquista vegetali, legumi e prodotti bio del marchio. La campagna passa da un approccio prescrittivo al racconto delle diverse ragioni per cui mai si dovrebbe mangiare sano. Una novità che vuole contrastare anche la convinzione che questi alimenti siano troppo costosi. Protagonista è la bambina Léa che, come molti bambini, si rifiuta di mangiare la zuppa. Però è ancora troppo piccola per raggiungere lo sportello dove sono conservati i suoi amati dolci. Ma quando vede il bambino più alto della classe mangiare un generoso piatto di minestra, i vegetali cominciano a suscitare in lei un interesse nuovo. Ne esce un racconto divertente che elimina il rischio di cadere nella raccomandazione pedante. Ecco il video della campagna.

Cosa c’è di nuovo
La spinta gentile si sta diffondendo. Ne ho parlato sul mio blog più volte perché sono convinta che uno stimolo in più può servire a far cambiare stili di vita e di consumo. Finalmente un approccio alla salute non punitivo.