Un esempio molto interessante a sostegno della cultura dellla Diversity & Inclusion arriva da illimity, un’impresa nata da poco ma già ricca di competenze oltre che di valori.
Qualche giorno fa l’azienda ha lanciato “illimitHER”, un’iniziativa che nasce sotto il segno dell’innovazione digitale di STEM in the City per promuovere la cultura STEM e ispirare i giovani, in particolare le ragazze, a intraprendere strade coraggiose e alternative sia negli studi che nel lavoro.

Sul sito dell’azienda viene dato grande spazio a illimitHER che viene definito come un programma di Diversity & Inclusion per valorizzare il potenziale delle giovani donne. Un ecosistema aperto di partnership con le associazioni attive sui temi della formazione delle nuove generazioni e di Diversity&Inclusion. Per dare la possibilità alle illimiters di partecipare ai network. Per aprire questa opportunità a giovani meritevoli grazie al progetto di “quote sospese”.

In programma ci sono numerose iniziative: il primo appuntamento è domani 21 luglio alle 17 e vedrà come protagonista Diva Tommei, biotecnologa, inventrice, imprenditrice e oggi Direttrice di Eit Digital Italia, una innovation factory per startup ad alto impatto tecnologico.
Un altro interessante evento è previsto a settembre: sarà una “illimitHER marathon” organizzata in collaborazione con BAM Biblioteca degli Alberi Milano (spazio pubblico attivo sul tema dell’inclusione e della gender equality) che ospiterà personalità di spicco di diversi mondi, dalla scienza all’istruzione, dalla fisica all’imprenditoria, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

Cosa c’è di nuovo
“illimitHER” è un esempio molto positivo: mi auguro che altre imprese si impegnino in programmi finalizzati a sostenere nuove iniziative ma soprattutto a promuovere una nuova cultura. Per realizzare progetti innovativi ci vogliono idee, coraggio, competenze ma è necessario anche qualcuno che ti aiuti…