Unifarco, società di cosmesi con sede in provincia di Belluno, ha recentemente inaugurato una nuova sede realizzata all’insegna della sostenibilità. Con una superficie complessiva di 2.000 metri quadri, la costruzione ha un rivestimento esterno realizzato utilizzando gli alberi sradicati nel novembre 2018 dalla tempesta Vaia nel Bellunese. In questo modo Unifarco ha potuto recuperare 120 metri cubi di materiale.
Con una classe energetica A4, la più alta prevista dalla legge in vigore, la nuova sede consente una riduzione annuale di emissioni pari a 50 tonnellate di CO2 rispetto a un edificio tradizionale.
Anche l’impianto elettrico contribuisce a limitare gli sprechi: parte dell’energia elettrica utilizzata è fornita dall’impianto fotovoltaico presente sulla pensilina esterna dell’area adibita a mensa, mentre la tecnologia a LED adottata in tutta la struttura favorisce il risparmio energetico. Un edificio all’insegna della sostenibilità ambientale, costruito riducendo al massimo gli impatti.
Ho conosciuto il responsabile Unifarco durante la tappa di Treviso del Giro d’Italia della CSR e sono rimasta positivamente colpita dall’attenzione dell’azienda per i propri collaboratori: con questa scelta l’impresa dimostra di voler continuare il percorso verso la sostenibilità…
 
Cosa c’è di nuovo
Molte imprese hanno capito l’importanza di avere una sede sostenibile: un’organizzazione può comunicare il proprio impegno anche costruendo un edificio con caratteristiche green o realizzando una ristrutturazione in ottica sostenibile.