Un termine che comincia ad essere diffuso anche se spesso il suo significato non viene correttamente compreso. L’equilibrio di genere non implica semplicemente che uomini e donne debbano avere il medesimo trattamento; implica anche che le differenze non vanno negate ma valorizzate. Spesso il concetto di gender balance è legato al mondo del lavoro: dal gender pay gap (la differenza di retribuzione tra uomini e donne continua ad essere significativa in molti Paesi) alla necessità che donne e uomini rivestano in eguale misura l’intero range di posizioni sia all’interno della società sia delle organizzazioni. Di politiche di diversity management si parlerà in uno degli eventi de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale il prossimo 7 e 8 ottobre in Bocconi. Le differenze sono un valore non soltanto per la collettività ma anche per l’impresa, una risorsa organizzativa per costruire realtà sostenibili e responsabili.