L’ospite di questa settimana del mio blog è Filippo Causero di Foxwin, una start up friulana nata da poco tempo.

Ciao Filippo e benvenuto sul mio blog. Prima di tutto ci spieghi cosa è Foxwin e perché avete scelto questo nome?
Ciao Rossella, ti ringrazio per l’opportunità di parlare del nostro progetto. Foxwin è una piattaforma per creare nelle organizzazioni un processo di innovazione continua. Dato che il mondo cambia continuamente, o innovano anche le nostre imprese adattandosi ai nuovi bisogni del mercato, oppure rischiano di diventare obsolete. Foxwin è nata per raccogliere e realizzare le idee innovative. Idee di chi? Beh, delle persone che più sono a contatto con i problemi delle imprese: il personale operativo. Impiegati e operai che da anni si dedicano alla realizzazione di servizi e prodotti per i clienti di tutto il mondo, e che molto spesso a causa della rigidità della struttura organizzativa, non riescono a far sentire la loro voce ai piani decisionali.

Sono stato più di un anno a cercare il nome giusto per la società. Poi alla fine mi è venuto in mente leggendo una storia, la quale raccontava che i primi cacciatori pensavano che la volpe fosse un animale ingenuo. Si resero presto conto che è molto più furbo del previsto. Questa la considero una metafora, per come certi imprenditori vedono i propri dipendenti, pensano che possano seguire solo gli ordini, e invece possono dare molto di più. Insomma, se ti comporti come una volpe, usando la tua intelligenza, alla fine vinci! Fox-win.

Come è composto il vostro team?
Il team è composto da cinque trentenni dalle competenze multidisciplinari e dei collaboratori esterni. Al nostro interno abbiamo uno sviluppatore, un antropologo, un grafico, un esperto di intelligenza artificiale a cui si affiancano degli esperti di growth hacking, e sviluppo software. Io sono un ingegnere della produzione industriale appassionato di innovazione e nuovi modelli organizzativi. Foxwin è una delle prime organizzazioni Teal italiane, per chi non avesse letto il libro di Frederic Laloux Reinventare le organizzazioni, rappresentano organizzazioni ispirate al prossimo stadio della consapevolezza umana.

Tutte queste organizzazioni seguono tre principi chiave: scopo evolutivo, pienezza e auto-organizzazione. Per spiegare questi concetti, vi descrivo come li abbiamo interpretati nel nostro contesto. Il nostro scopo evolutivo, determinato da tutti i collaboratori, è aiutare le persone ad auto-realizzarsi sul lavoro e aiutare le imprese nello sviluppo di un’etica sociale e ambientale. Lo scopo si chiama “evolutivo” perché evolve nel tempo.

A lavoro ci mostriamo nella nostra pienezza, ciò significa che ognuno è libero di togliersi la maschera e mostrarsi per chi è veramente. Questo crea un ambiente fantastico dove vita lavorativa e personale si integrano in armonia. Per stimolare questo modo di collaborare, ci diamo dei feedback continui e abbiamo deciso insieme i valori da rispettare.

Ogni collaboratore si è scelto il proprio ruolo in azienda e se lo auto-organizza, non esistono capi o gerarchie. Come facciamo ad andare tutti nella stessa direzione senza un capo? Beh, semplice, la direzione l’abbiamo scelta insieme nella riunione della vision. Ogni settimana i leader dei vari team di lavoro si incontrano nelle riunioni strategiche per decide i prossimi passi più operativi.

Nei mesi scorsi siete stati tra i vincitori di “Spazio alle Imprese” e “Spazio alle Idee”. Partecipare a queste iniziative vi ha permesso di entrare in contatto con altre organizzazioni?
Vincendo il concorso di Friuli Innovazione abbiamo ricevuto un ufficio per un periodo gratuito all’interno del Parco Scientifico Luigi Danieli di Udine. Questa è stata una opportunità fantastica, nella quale abbiamo potuto conoscere altre startup e imprenditori interessanti. Anche se viviamo in una piccola città, esiste comunque un fermento di idee e persone innovative.

In tre parole come definiresti gli aspetti più rilevanti della vostra attività?
Coinvolgimento del personale, innovazione e impatto sociale positivo.

Quali sono i programmi per il futuro?
I programmi sono sicuramente due, il primo aiutare sempre più imprese nella creazione di processi di innovazione continua, nella quale raccogliere e realizzare le idee dei propri collaboratori. Il secondo è sviluppare ulteriormente la piattaforma in modo da trasformarla in uno strumento per l’innovazione a 360 gradi, raccogliendo idee anche da clienti e fornitori. Tutto questo sempre con l’obiettivo di creare un miglior ambiente di lavoro, dove le persone hanno l’opportunità di crescere e fiorire.