Per farsi ascoltare anche dai giovanissimi, nei mesi scorsi Corepla ha scelto di utilizzare TikTok, un social ancora poco esplorato dal mondo dell’impresa.
Il Consorzio ha affidato i suoi messaggi educativi al social network più usato dai teenagers italiani (16-24 anni, definiti la generazione Z) per ricordare come fare correttamente la raccolta differenziata degli imballaggi in plastica e illustrare la differenza tra un imballaggio e un non-imballaggio.
Per parlare di educazione ambientale Corepla e il social network hanno coinvolto i TikTokers Serena Puppo, Anna Ciati, Sebastiano Fighera, Giovanni Brugnoli, Federico De Lellis, Luca Sironi, Francesca Tamburini, Ginevra Iorio, Asia Bertoncelli. Gli influencer sono stati scelti per la loro popolarità in ambiti diversi: fashion, sport, make-up, food e tempo libero.
Nelle scorse settimane si è conclusa anche la seconda fase della campagna #DifferenziaConCorepla che nel flight estivo che aveva ottenuto 6.000.000 di visualizzazioni e 500.000 interazioni.

Cosa c’è di nuovo
L’utilizzo degli influencer non è sempre una scelta felice. Ma ci sono alcune eccezioni, come questa dove aver coinvolto influencer con stili diversi ha portato risultati interessanti. Se si vuole ingaggiare un pubblico “diverso” bisogna avere il coraggio di sperimentare nuovi linguaggi ma anche nuovi canali di comunicazione.