Ecco la tesi n° 5 del mio libro Comunicazione e sostenibilità – 20 tesi per il futuro edito da Egea. La tesi Imparare a valorizzare tutte le diversità è di Francesca Panzarin, Fondatrice Womenomics.it e cofondatrice PianoC.

In un mondo ad alto tasso di cambiamento e complessità come quello attuale, la ricerca e la valorizzazione della diversità sono lo strumento più efficace per trovare nuove modalità di pensiero e lavoro. Si può trattare di genere, età e razza o di differenti situazioni di vita, esperienze e prospettive: nelle organizzazioni la necessità di accogliere e coltivare la diversità è ormai considerata una capacità competitiva cruciale. Secondo un recente studio di PWC, l’85% dei CEO che ha sviluppato una strategia di diversity & inclusion rileva un miglioramento della performance aziendale in termini di innovazione, sostenibilità, collaborazione e customer satisfaction.
Una delle caratteristiche più richieste a un leader oggi è la capacità di ottenere il massimo vantaggio dalla diversità che contribuisce a creare e coltivare, aprendosi ai suggerimenti dei nuovi collaboratori. L’elemento differenziante è creare il giusto mix di talenti con un insieme di skills più ampio rispetto al passato. Una dimensione di grande importanza in una strategia di diversity è quella del genere, legata alla partecipazione delle donne al mondo del lavoro e alla loro presenza nelle posizione decisionali. Molti dati e ricerche sottolineano che le aziende con almeno una donna nel board ottengono risultati migliori in termini di crescita, valore e redditività. Le donne costituiscono il 41% della forza lavoro mondiale ma solo il 19% del livello executive. Nonostante la persistenza delle barriere culturali, le organizzazioni che hanno implementato strategie di diversity mirate (osservatori, business case, misurazioni, politiche attive di HR, eventi e campagne di comunicazione) rilevano in modo sempre più evidente che la costruzione di luoghi di lavoro inclusivi valorizza prospettive diverse, costruisce engagement dei dipendenti, aiuta ad attrarre i migliori talenti, incoraggia la creatività e nutre l’innovazione.