Appennino l’Hub è una realtà innovativa, un progetto di rete a cui partecipano 26 enti territoriali che hanno deciso di coordinare le proprie energie per offrire alle comunità opportunità, strumenti e servizi per un nuovo modello di sviluppo economico e sociale. La rete è coordinata e facilitata da Figli del Mondo e rappresenta l’ideale sviluppo dell’esperienza di Primo Miglio, l’incubatore di startup ad impatto sociale che opera da tempo a Rimini. L’obiettivo dell’iniziativa è accompagnare le comunità con percorsi personalizzati che consentano di superare eventuali ostacoli e accedere a competenze ed opportunità economiche altrimenti difficilmente fruibili. Un vero e proprio servizio territoriale per lo sviluppo di Economie di Comunità e di nuove imprese ‘abitanti’. Un accompagnamento che parte dall’ideazione dei progetti imprenditoriali, prosegue con la definizione di business plan, per arrivare al sostegno per l’accesso a finanziamenti, credito agevolato, ricerca di investitori e crowdfunding, la partecipazione a bandi e concorsi locali, nazionali ed europei.
Un aspetto importante sono i laboratori partecipati, uno spazio comune di apprendimento in cui le comunità vengono accompagnate a mettere a fuoco aspirazioni, urgenze e risorse interne. Un passo dopo l’altro si delinea la missione comune, si superano diffidenze e conflitti, si mettono in gioco energie ed interessi. Un esempio è rappresentato dalla Comunità di abitanti di San Leo, uno dei Borghi più Belli d’Italia, dove sono stati organizzati laboratori e incontri che hanno portato alla costituzione della prima Cooperativa di Comunità della Provincia di Rimini e dell’area G.A.L. Valli Marecchia e Conca.

Cosa c’è di nuovo
Un’esperienza interessante che sottolinea l’importanza di lavorare in rete per lo sviluppo sostenibile del territorio. Ricreare economie, ridare vita a borghi e paesi, stimolare l’intraprendenza e il protagonismo attivo dei giovani: un esempio concreto per migliorare la qualità di vita in particolare delle aree interne del paese.