È stato presentato nei giorni scorsi il primo Bilancio di Sostenibilità di “Parma io ci sto!”, associazione costituita nel 2016 da 5 soci promotori, Alessandro Chiesi, Guido Barilla, Andrea Pontremoli, Unione Parmense degli Industriali, Fondazione Cariparma. A questi imprenditori si sono aggiunti un primo gruppo di 150 firmatari che hanno aderito e sottoscritto il “Manifesto per Parma”. Si è quindi sviluppato un piano di allargamento e coinvolgimento di tutto il territorio, le sue imprese, i suoi cittadini chiamati a partecipare e a lavorare insieme per contribuire alla riuscita del progetto.

Il Bilancio di Sostenibilità delinea un quadro della complessa interdipendenza tra i fattori economici e sociali caratteristici del contesto in cui l’associazione opera. Uno strumento che ha quindi l’obiettivo di comunicare a tutti i portatori di interesse i traguardi raggiunti, le sfide e gli obiettivi futuri, in un’ottica di condivisione e trasparenza.

Cosa c’è di nuovo
Un esempio interessante di collaborazione tra imprese e altri soggetti che hanno a cuore lo sviluppo dell’area dove operano. Nei primi due anni di attività l’associazione ha investito oltre 350.000 euro in progetti destinati al territorio ed ha moltiplicato l’impatto della sua azione diretta stimolando altre iniziative da realizzare con i fondi messi a disposizione dagli associati e da diverse realtà parmensi.