Nei giorni scorsi sono stata coinvolta come relatore nell’incontro “Donne di denari: la partita dell’educazione finanziaria”, un evento organizzato a Milano da Agos.
Durante l’incontro sono stati presentati i dati di una interessante ricerca dalla quale emerge che abbiamo ancora tanta strada da fare per arrivare a un buon livello di cultura finanziaria in Italia.
Importante quindi il ruolo che le imprese possono avere per promuovere iniziative nelle scuole integrando le attività promosse da soggetti istituzionali come, per esempio, la Banca d’Italia.
Da circa 10 anni Agos progetta e gestisce “A TU per TU at School”, un programma di incontri interattivi che vedono il coinvolgimento degli studenti degli istituti superiori.
Ma l’impegno di Agos per la cultura finanziaria non finisce qui: da qualche mese l’azienda ha creato REALIZE, un magazine per stimolare la riflessione su alcuni importanti temi.
Uno strumento culturale, un prodotto di servizio ma anche di interazione con gli stakeholder. Perché tutti, giovani e meno giovani, possano diventare consumatori sempre più responsabili.

Cosa c’è di nuovo
L’impegno delle imprese per migliorare la cultura finanziaria dei più piccoli è in grande crescita. Un segnale interessante è anche la collaborazione tra pubblico e privato in questo ambito: il mese dell’educazione finanziaria (che sta arrivando alla sua conclusione) vede oltre 500 iniziative realizzate da soggetti diversi su tutto il territorio nazionale.