La buona notizia di questa settimana è che A2A ha aperto la prima linea di credito in Italia legata alla sostenibilità e agli standard etici. Il Gruppo ha sottoscritto infatti nei giorni scorsi una linea di credito sostenibile da 400 milioni di euro e della durata di 5 anni che include un meccanismo legato a KPI ambientali combinati con il rating annuale ESG di Standard Ethics.

L’operazione sarà tanto più vantaggiosa quanto più l’impresa implementerà e realizzerà il modello di business del Piano Strategico di Gruppo. Un percorso che ha nella sostenibilità il proprio principio ispiratore perché porterà a una gestione concretamente integrata degli aspetti economici, ambientali e sociali.
Un altro aspetto interessante è che dal 2017 gli obiettivi legati alla sostenibilità sono stati inseriti nei sistemi MbO di incentivazione per il management del Gruppo.
Misurare con indicatori oggettivi i passi avanti verso la sostenibilità permette all’impresa di essere ancor più trasparente: i meccanismi di finanziamento dell’azienda e di incentivazione del management rappresentano un esempio di questo impegno.

Cosa c’è di nuovo
Per la prima volta in Italia i margini del prestito sono collegati non solo alle prestazioni ESG ma anche al raggiungimento di specifici obiettivi aziendali legati alla decarbonizzazione, all’energia green e all’economia circolare.